Per chiedere un certificato

compilare i seguenti campi:


***

I certificati sono ritirabili dopo otto giorni dalla data di richiesta in Parrocchia presso l’Ufficio Accoglienza nella Sagrestia della Basilica dal lunedì al venerdì dalle 16:30 alle 18:00 ad esclusione dei giorni festivi infrasettimanali.

Si ricorda che può ritirare il certificato:

  • l’intestatario munito di documento d’identità.
  • una persona autorizzata e identificata a mezzo di documento di identità valido, munita della seguente delega: “Io sottoscritto ……….. nato a …….. il …….. residente in …… delega il Signor/Signora ………. a ritirare il certificato di …………… da me richiesto” segue data e firma”. Alla delega firmata vanno allegate le copie dei due documenti di identità (del delegante e del delegato).
  • un genitore o chi ne ha la tutela legale nel caso di minori.

La pratica per il rilascio e il certificato è a titolo gratuito. Grazie alla tua offerta sosteniamo le attività della Comunità.

_____________

NOTA BENE

L’Attestato di Idoneità per fungere da Padrino o Madrina lo rilascia il Parroco della Comunità parrocchiale dove uno vive realmente (Sul Sito della Diocesi di Roma, è possibile inserire il proprio indirizzo di residenza canonica – cioè dove si abita realmente – per sapere a quale Comunità parrocchiale si appartiene: www.diocesidiroma.it ).

Se si abita in questa Parrocchia richiedere un appuntamento con il Parroco per l’attestato ( info@sanlorenzoindamaso.it ).

Si tenga presente inoltre quanto segue:

“Per essere ammesso all’incarico di padrino, è necessario che:

1° sia designato dallo stesso battezzando o dai suoi genitori o da chi ne fa le veci oppure, mancando questi, dal parroco o dal ministro e abbia l’attitudine e l’intenzione di esercitare questo incarico;

2° abbia compiuto i sedici anni, a meno che dal Vescovo diocesano non sia stata stabilita un’altra età, oppure al parroco o al ministro non sembri opportuno, per giusta causa, ammettere l’eccezione;

3° sia cattolico, abbia ricevuto la confermazione, il santissimo sacramento dell’Eucaristia e conduca una vita conforme alla fede e all’incarico che assume;

4° non sia irretito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata;

5° non sia il padre o la madre del battezzando.” CIC can. 874, § 1.